Home » Notizie

Notizie

IL NOSTRO CONTRIBUTO PER IL RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELLA CONSERVAZIONE

IL NOSTRO CONTRIBUTO PER IL RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELLA CONSERVAZIONE - MANAGEMENT GROUP S.R.L.

Restauro per la pulitura con sistema JOS e trattamento protettivo affidato al Direttore Tecnico Salvatore Del Brocco .
Trattamento protettivo idro-oleo-repellente con SurfaPore M
Trattamento autopulente SurfaShield C rende le superfici “mangiaSmog” Nox (i metri trattati equivalgono a 80 alberi adulti).

Palazzo Vidoni Caffarelli è un edificio situato a Roma tra Via del Sudario, Piazza Vidoni e Corso Vittorio Emanuele.
Rappresenta uno dei più antichi palazzi rinascimentali ed in particolare uno dei pochi ancora esistente, seppure molto modificato ed ampliato, tra quelli costruiti nei primi decenni del XVI secolo, al tempo di Bramante e Raffaello, secondo il prototipo di Palazzo Caprini.
Nonostante sia stato attribuito per molto tempo a Raffaello, non fu progettato direttamente dal maestro, ma probebilmente da un suo allievo, quasi sicuramente Lorenzo Lotti detto il Lorenzetto.
Fu costruito tra il 1515 ed il 1536 per Bernardino Caffarelli inglobando edifici pre esistenti appartenenti a una vasta proprietà della famiglia nel rione Sant’Eustachio.
La facciata dell’edificio originario corrisponde oggi a una porzione di quella su via del Sudario. La soprelevazione dell’ultimo piano e i vasti ampliamenti dell’edificio appartengono infatti a fasi di costruzione più tarde.
Nel XVIII secolo, l’edificio dopo vari passaggi arrivò in proprietà al cardinale Vidoni (da cui il nome) che lo ingrandì, pervenne in seguito alla famiglia Giustiniani Bandini a cui risale l’ultimo ampliamento nel 1886 a seguito dell’apertura di Corso Vittorio Emanuele II, su cui si apre oggi la facciata principale con un impaginato architettonico che imita, con una facciata scandita da paraste, quello della porzione cinquecentesca.
Nel XX secolo fu sede dell’ambasciata di Germania e poi Palazzo del Littorio.
Oggi l’edificio è sede del Ministero della Funzione Pubblica

Impatto zero primo progetto italiano che concretizza il Protocollo di Kyoto

 

Problemi di INTONACO SCROSTRATO O MUFFA ?

 

ELIMINA L’UMIDITÀ DALLE PARETI E RISANA DEFINITIVAMENTE

 

 
  • MUFFA E MACCHIE SUI MURI
  • COLORE CHE SI SCROSTA
  • INTONACO CHE SI SFALDA
  • AMBIENTI INSALUBRI
  • ALONI DI UMIDITÀ
  • INDEBOLIMENTO STRUTTURALE

 

L’umidità di risalita è causata dalla presenza di acqua nel terreno. L’umidità presente nel sottosuolo può giungere alla base della muratura e, sfruttando il principio della capillarità, salire attraverso la parete. Tale processo può essere agevolato dalla presenza di sali. Il fenomeno dell’umidità di risalita interessa solitamente le pareti che si trovano al piano terra o sotto il livello del suolo (esistono soluzioni studiate appositamente per i muri controterra e per quelli interrati).

Vi sono delle caratteristiche particolari che permettono di distinguere l’umidità di risalita dalle altre forme di umidità sui muri, quale la condensazione. I tratti distintivi sono:

  • la macchia è uniforme, e procede dal pavimento verso l’alto;
  • il bordo della chiazza è ben definito, e di solito non supera l’altezza di un metro;
  • la macchia persiste anche al variare delle condizioni climatiche e del tasso di umidità relativa;
  • la presenza di sali durante i periodi di elevata evaporazione ambientale.
  • Che danni provoca l'umidità di risalita?

    Danni statici

    • I sali presenti nel terreno e nel materiale da costruzione, si sciolgono nell'acqua e salgono, grazie all'effetto capillare, fino alla superficie.
    • Mentre l'acqua evapora il sale rimane nell'intonaco.
    • Il sale, una volta cristallizzato, aumenta il suo volume fino a 12 volte causando una spinta verso l'intonaco e verso il materiale da costruzione.
    • L'intonaco si stacca e così anche parte del materiale murario. Con il tempo si arriva ad un degrado e ad un indebolimento statico della struttura.

    Danni estetici

    • Macchie ed aloni di umidità, presenza di muffa, intonaco che si sfalda, colore che si scrosta, efflorescenze saline, mobili e strutture in legno che si rovinano e nei casi peggiori il distacco dell'intonaco dovuto dalla spinta dei sali.

    Danni alla salute

    • La muffa presente nell'intonaco è un fungo che si alimenta con l'umidità.
    • Le sue spore sono nocive e si impregna negli armadi e nei vestiti.
    • L'eccesso di umidità nell'ambiente, dovuto alla presenza di un muro umido e freddo, causa maggior condensa, soprattutto d'inverno e provoca una generale situazione ambientale insalubre che può procurare malesseri, disagi e perfino malattie come raffreddori, sinusiti, mal di gola, artriti, reumatismi,ecc.

    Danni economici

    • Costi di riscaldamento eccessivi (dovuti ai muri freddi causa l'evaporazione).
    • Uso di deumidificatori (24ore su 24ore).
    • Lavori continui di rifacimento dell'intonaco, della pittura, dei pavimenti in legno, mobili rovinati, tappezzeria, ecc…
    • Inutilizzo di ambienti umidi.
 Risultati immagini per misurazione umidità nei muri
 

DEUMIDIFICAZIONE

 

Per questa complessa tipologia d'intervento,abbiamo messo a punto due sistemi combinati e adattati secondo la problematica Il sistema Management  System per combattere definitivamente l’umidità ascendente.

 

 La procedura di deumidificazione comprende: indagine sui luoghi atta all’individuazione delle cause della presenza di umidità nell’edificio; diagnosi dell’estensione ed entità del fenomeno di risalita capillare in atto e progettazione dell’intervento;

 

Primo Sistema: fornitura e installazione del dispositivo Talete® e relativo collegamento dello stesso alla presa dell’impianto elettrico (linea e presa elettrica di alimentazione da predisporsi e computarsi a parte); rilevamento dei fenomeni di umidità presenti nel corpo murario allo stato iniziale (distribuzione superficiale, intensità e altezze di risalita dell’umidità); rilevamento di controllo intermedio (su richiesta) da eseguire durante il periodo di deumidificazione.

 Risultati immagini per misurazione umidità nei muri

LaboratorioDSC02143

Ciascun apparecchio agisce in base al principio “Elettrofisico”, ovvero tramite appositi circuiti elettronici, interamente racchiusi al proprio interno che, alimentatati tramite la rete elettrica domestica (220 V – 50 Hz), generano deboli onde elettromagnetiche impulsive, opportunamente modulate in un definito range di frequenze, totalmente innocue per l’organismo umano, che annullano la carica elettrica dell’acqua presente nel terreno a contatto con la muratura, interrompendo in modo definitivo l’assorbimento d’acqua da parte dei capillari del muro.

L’umidità in eccesso verrà quindi espulsa gradualmente tramite evaporazione spontanea, più o meno velocemente a seconda delle caratteristiche costruttive del muro e della quantità d’acqua inizialmente presente nel muro stesso Sistema non invasivo, reversibile e totalmente biocompavibile, scientificamente testato, con garanzia di risultato totale e illimitata nel 100% dei casi in qualsiasi tipo di costruzione (dall’edificio storico o archeologico alla normale abitazione), indipendentemente dal tipo di muratura (mattoni, pietra, calcestruzzo, ecc.) o dalla natura del terreno di fondazione (terreni sabbiosi o argillosi, tufi, sponde marine o lacustri, ecc.),

 Risultati immagini per talete umidità nei muriRisultati immagini per talete umidità nei muri

Costituito da uno o più apparecchi aventi raggio d’azione sferico da un minimo di 9 m a un massimo di 20 m dal punto di installazione, così da garantire la copertura di tutti i locali posti all’interno del perimetro d’intervento progettualmente definito.

 Immagine correlata

 Abbinato a tale Sistema,segue il secondo intervento composto in più fasi.

Eliminazione del vecchio intonaco imbibito di acqua e Sali, applichiamo intonaco FeatherPlast PA1200D,il rasanteNS67 RasoTherm, ed infine pittura termosiolante SurfaPaint® ThermoDry.

 

 FeatherPlast PA1200D è un elemento di finitura multifunzionale: è un intonaco acrilico termo-riflettente facile da applicare, utilizzato come rivestimento di finitura isolante per murature esterne o interne con una finitura ruvida con granulometria di 1,2mm e in grado di riflettere la radiazione termica (IR). FeatherPlast PA1200D utilizza particelle composte da minuscole celle chiuse di aria che creano così una struttura cellulare con eccellenti proprietà di isolamento. FeatherPlast PA1200D aiuta a ridurre i costi del materiale e di manodopera, migliorando l’efficienza termica e riducendo i costi di riscaldamento/raffrescamento.
FeatherPlast PA1200D è l’unico intonaco acrilico termoisolante in grado di combinare 3 caratterisctiche:
Bassa conduttività termica (λ=0,17W/(mK)), alta riflettanza al calore incidente (IR) e resistenza alle intemperie e allo sviluppo della muffa..

Campi di applicazione e caratteristiche

 

  • Termo-riflettente – Bassa conduttività termica
  • Leggero
  • Riflessione radiazione termica (IR)
  • Resistente alle crepe (non crepa)
  • Resistente alle intemperie e ai raggi UV
  • Idrorepellente
  • Previene la crescita della muffa
  • Altamente traspirante
  • Eccellente adesione al substrato
  • Fono assorbente
  • Flessibile
  • Risparmio energetico
  • Ottima lavorabilità – pronto all’uso
  • Può essere colorato (solo tinte pastello

 

 NS67 RasoThermRasante idraulico fibrorinforzato, a base di calce NHL, calce idrata, cocciopesto, perlite espansa rivestita, vetro cellulare, inerti leggeri e leganti naturali.

Tecnologia aerocoimbentante NanoPhos.Prodotto biocompatibile finalizzato al risparmio energetico degli edifici, alla riduzione della condensazione e delle conseguenti muffe, al miglioramento dell’isolamento e dei ponti termici su intonaci tradizionali, pilastri, vecchie murature discontinue, spallette di porte e finestre, blocchi cellulari, pannelli per cappotto termico.L’unico rivestimento a basso spessore termoriflettente con polizza assicurativa decennale postuma rimpiazzo opere.Il microrivestimento a basso spessore in soli 0,5 cm per fare efficienza energetica.

 

PRIMO MICRORIVESTIMENTO TERMORIFLETTENTE AD EFFICIENZA ENERGETICA CERTIFICATO CON ASSICURAZIONE DECENNALE POSTUMA RIMPIAZZO OPERA.

 

I prodotti sono certificati in base alle norme UNI EN di riferimento italiano ed europeo.

 

Ciclo combinato con Surfapaint = R = 0,57 m2K/W

 

 

 SurfaPaint® TD Interni è una Pittura Termo Riflettente a base d’acqua per muri interni e controsoffitti.Quando l’energia termica “viaggia” attraverso i muri e altre superfici, grandi quantità di energia sono necessarie per rinfrescare in estate e riscaldare in inverno. SurfaPaint ThermoDry per Interni è una pittura di alta qualità con proprietà di isolamento termico, ideale per uso interno. Realizzata utilizzando Surfapore ThermoDry, contiene speciali ingredienti termoisolanti di dimensione nano e micro che contribuiscono al risparmio energetico. Le particelle termo-riflettenti riducono la conduzione del calore, riflettono le radiazioni termiche e creano una barriera contro l’umidità che si traduce in un significativo risparmio energetico. 

 

Campi di applicazione e caratteristiche

 
  • Risparmio energetico
  • Blocca il trasferimento di calore
  • Previente i ponti termici
  • Protegge dalla comparsa delle muffe
  • Alta resistenza al lavaggio
  • Pittura a base d’acqua
  • Azione anti-fungina

 

AIUTIAMO A RENDERE IL MONDO UN POSTO MIGLIORE

Siamo un’azienda italiana che opera nel campo del risanamento murario di case, aziende, enti pubblici ed edifici storici tra cui siti patrimonio dell’Unesco distribuendo deumidificatori murari di altissima qualità Made in Italy, certificati TÜV e CEE. La procedura di deumidificazione comprende: indagine sui luoghi atta all’individuazione delle cause della presenza di umidità nell’edificio; diagnosi dell’estensione ed entità del fenomeno di risalita capillare in atto e progettazione dell’intervento; fornitura e installazione del dispositivo Talete® e relativo collegamento dello stesso alla presa dell’impianto elettrico (linea e presa elettrica di alimentazione da predisporsi e computarsi a parte); rilevamento dei fenomeni di umidità presenti nel corpo murario allo stato iniziale (distribuzione superficiale, intensità e altezze di risalita dell’umidità); rilevamento di controllo intermedio (su richiesta) da eseguire durante il periodo di deumidificazione, ovvero dopo 6/12 mesi dall’installazione, per la verifica dello stato di avanzamento del processo; rilevamento di controllo finale dopo 12/24 mesi dall’installazione - ovvero al termine del processo di deumidificazione - onde verificare il raggiungimento di valori di umidità residua conformi ad una muratura sana. Tutte le misurazioni di cui sopra, verranno effettuate mediante mappatura termografica di zone campione delle superfici murarie per un’altezza dal pavimento di 1 o 2 mt a seconda della necessità, da effettuarsi con termocamera a raggi infrarossi tipo Longwave con risoluzione sino a 0,05 °C compresa, ove necessaria, la correlazione delle termografie mediante misure puntuali del contenuto d’acqua effettuate su campioni di muratura estratti a perforazione o carotaggio, secondo la Norma UNI 11085 (metodo ponderale) o, in alternativa, la Norma UNI 11121 (metodo al carburo di calcio).

 
 

 

 

Impatto zero primo progetto italiano che concretizza il Protocollo di Kyoto - MANAGEMENT GROUP S.R.L.

NANOTECNOLOGIA SCIENZA APPLICATA AL RESTAURO E ALL'EDILIZIA CIVILE

NANOTECNOLOGIA SCIENZA APPLICATA AL RESTAURO E ALL'EDILIZIA CIVILE - MANAGEMENT GROUP S.R.L.

La nanotecnologia è un ramo della scienza applicata e della tecnologia che si occupa del controllo della materia su scala dimensionale inferiore al nanometro, ovvero un miliardesimo di metro (in genere tra 1 e 100 nanometri) e della progettazione e realizzazione di dispositivi in tale scala.

Le NANOTECNOLOGIE consentono di modificare a livello molecolare, quindi in modo invisibile ed impalpabile, le superfici trattate rendendole idro-oleo repellenti (impermeabili), resistenti ai raggi UV, ai graffi, agli agenti atmosferici, all'inquinamento biologico e minerale, e queste sono solo alcune delle proprietà trasmesse dai preparati Nanotecnologici ai materiali trattati.

Alcuni articoli possono essere usati, oltre che  singolarmente, congiuntamente ad altri con cui realizzano un "sistema di trattamento nanotecnologico", frutto  delle ultime  ricerche  e conoscenze nel campo della  "NANOTECNOLOGIA", scienza che ha come obiettivo lo sviluppo di nuovi  materiali che, nel loro utilizzo,  rispettino l'ambiente,  mantengano  inalterate  nel tempo le  loro caratteristiche  e  consentano un notevole risparmio economico e di tempo.
In altri termini abbiano caratteristiche di efficacia - efficienza nettamente superiori al altri prodotti chimici similari.

Tutti i nostri prodotti sono fabbricati in aziende di ricerca sviluppo e produzione EUROPEE, quindi sottoposti ai più rigorosi controlli di qualità ed impatto ambientale

trattamenti protettivi in nanotecnologia si stanno ritagliando uno spazio importante nell’evoluzione dell’edilizia e offrono approcci del tutto nuovi e vantaggiosi nella riqualificazione del costruito e nel campo del restauro e della conservazione dei beni culturali.

 

I PLUS DEI NOSTRI TRATTAMENTI PROTETTIVI IN NANOTECNOLOGIA

 
 
  •  PROTEZIONE TOTALE
  •  IDROREPELLENZA
  •  EFFETTO INVISIBILE
  •  LUNGA DURATA
  •  ECOFRIENDLY
  •  IDEALI PER RESTAURO
 
 
 

 Da Management Group srl una gamma di prodotti nanotecnologici dell'ingegneria nanobionica per le formattazioni delle superfici. I trattamenti nanobionici  trasformano la struttura superficiale che acquisisce nuove caratteristiche con effetti sino ad ora sconosciuti.

I materiali trattati saranno preservati nel tempo contro l'azione degradante causata dagli agenti atmosferici che ne compromettono il valore, l’estetica o la funzione.

Con le applicazioni vengono ridotti i frequenti lavaggi e ridotte le sollecitazioni meccaniche di spazzoloni, ed abrasioni in genere.

Gli effetti ottenuti con i prodotti offerti  riducono i costi di manutenzione con il minor intervento dell’uomo nella pulizia ordinaria, si riducono i cicli di pulizia e si evita l’uso di costosi ed inquinanti detergenti proteggendo l'ambiente da inutile inquinamento.

 
 

 - MANAGEMENT GROUP S.R.L.
FERROVIE, GRAFFITI SU TRENI: PER RIMOZIONE SPESI 350MILA EURO IN 6 MESI

 

I “graffitari” continuano a colpire i treni regionali di Trenitalia. Nelle officine di Trenitalia Lazio nel primo semestre 2012, sono stati rimossi 56mila metri quadrati di graffiti a fronte dei 38mila del 2011. Il costo della sola rimozione ammonta oggi a circa 350mila euro (237mila nel 2011): che vuol dire, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il 47% in più di superfici rimosse e il 45% in più di costi sostenuti. Importi, questi, che diventano molto più onerosi se si aggiungono i costi del fermo delle vetture nelle officine e il disagio dei pendolari che hanno meno posti a sedere. I treni più colpiti sono i TAF, Treni Alta Frequentazione, utilizzati sulle linee FR1 (Orte – Roma - Fiumicino Aeroporto) e FR3 (Roma – Bracciano - Viterbo). Seguono i treni Vivalto e i Doppio Piano utilizzati sulla linea FR8 (Roma –Nettuno).

Rimozione dei Graffiti

    Si pensa che oggigiorno per rimuovere i graffiti basti un colpo di idropulitrice.

        Pulire le pareti esterne dei treni, tuttavia, è molto più complicato che pulire un muro.    L’uso di prodotti corrosivi o dell’idropulitrice rovina la vernice delle carrozze e i finestrini.

 

Pulizia dei Treni e Trattamenti delle Superfici

I vantaggi della nostra esperienza
I nostri pulitori di alta qualità sono stati formulati per le particolari esigenze della ferrovia.

  • Conoscenza approfondita della chimica e delle tecnologie 
  • Specifiche di produzione rigorose per garantire la sicurezza di processo
  • Consulenza nella scelta dei prodotti e delle tecnologie per tutte le esigenze del cliente

                La nostra società è in possesso di metodi, prodotti e attrezzature innovative in grado di rimuovere i graffiti da tutti i tipi di superfici (metalli, plastiche, mattoncini, travertino, marmi antichi e moderni, pietra), attraverso un servizio unico e professionale,

Immagine correlata

AGS 221 GEL

 

VIENE utilizzato su: Alluminio - treni, autobus, autocarri, automobili, Legno.

 

 

 

Rimozione dei graffiti parti esterne
Detergente efficace per graffiti su parti esterne, disponibile in 3 gradi di viscosità:

Non possiede un punto di infiammabilità, basso VOC e nessuna etichetta di ‘pericolo’
Pulizia finale con macchina criogenica
 
Rimozione dei graffiti  parti interne
     Detergente efficace per graffiti dagli arredi interni. Il prodotto non presenta frasi di rischio e non possiede un punto di infiammabilità.

Detergente manuale profumato

I vantaggi:
Rimozione efficace di qualsiasi tipo di graffito senza rovinare la vernice delle parti interne e esterne.

 

Due parole sul procedimento di sabbiatura criogenica abbinata per i treni ,metro,e bus

 

 

 

 
 

Come funziona?

La sabbiatura criogenica utilizza pellets di ghiaccio secco  e aria compressa. Nella macchina avviene la miscelazione di ghiaccio secco e aria compressa. Questa miscela fuoriesce da un tubo collegato ad una pistola erogatrice, colpisce la superficie da pulire provocando il distacco delle incrostazioni.

 

Cosa occorre per poterla utilizzare?

- Pellets di ghiaccio secco in formato da 3 mm,

- Aria compressa (6/7 bar; 3.500 litri/minuto)

- macchina sabbiatrice criogenica  FL 150

 

In quali settori la posso utilizzare con successo?

I possibili campi di utilizzo sono molteplici:

pulizia di stampi, pulizia di impianti industriali e alimentari, restauro del legno, pulizia quadri e impianti elettrici, interventi nel settore edile

 

Quanto ghiaccio secco si consuma?

Dipende dalla tipologia e dalla quantità di sporco da rimuovere, il consumo varia da 30 a 80 kg/ora.

 
 

Che tipologie di sporco posso rimuovere?

Possono essere eliminati:

Residui organici, olii, distaccanti, residui di verniciatura, grassi, calcare, ruggine, polvere, residui carboniosi, bitume, resine, poliuretano, gomma, plastica, inchiostro, gomme da masticare, licheni, muffe, fuliggine.

 

Dove finisce lo sporco rimosso?

Lo sporco rimosso cade a terra cristallizzato e può essere aspirato o raccolto coprendo la superficie sottostante con un telo.

 

Perchè preferirla ad altri sistemi di pulizia?

Perchè è un sistema ecocompatibile, atossico, rapido, sicuro, asciutto, non invasivo.

Ci sono sostanze residue da smaltire?

Nessun agente abrasivo, nessun detergente, nessuna sostanza tossica, non viene utilizzata acqua.

 

 

 

Meno pensieri...più business !

 

 

Contattaci 

Management Group s.r.l.s.
P.IVA: 12819511002
CF: 12819511002
www.managementgroup.it
via della Cellulosa, 25
00166 Roma (RM)
Sede operativa:
Via Palermo, 34C
00043 Ciampino (RM)
tel: 067963681
fax: 0692912952 cell. 3929361924

 

 

mail: PEC:
management_group@legalmail.it,
info@managementgroup.it